Utente: ricordami
Parola d'ordine:
Registrati Regolamento Istruzioni
USA Shield
  ricerca avanzata

Saint-Gaudens - Ultra High Relief Pattern (1907)

USAMonetazione FederaleDouble Eagles (Doppie Aquile - 20 Dollari)
<< Liberty Head - Motto, TWENTY DOLLARS (1877-1907)   Saint-Gaudens - High Relief - No Motto (1907) >>

commenti
Saint-Gaudens - Ultra High Relief Pattern (1907) (Moneta)
clicca sulle immagini per ingrandirle
DrittoVerso
Miss Liberty protesa in avanti, indossa una lunga veste drappeggiata, il braccio sinistro disteso lateralmente regge un ramo d’ulivo, il destro alza una grande fiaccola. Nel giro 46 stelle, a simboleggiare gli stati degli USA dell'epoca. In un arco sotto le stelle, in alto, la parola LIBERTY, in lettere ampiamente spaziate. In basso a sinistra, vicino all'orlo esterno della veste, una piccola raffigurazione del Capitol Building di Washington, sede del Congresso degli Stati Uniti. In basso a destra la data, espressa in numeri romani, MCMVII. Miss Liberty è in piedi su una sporgenza rocciosa, con un ramo di quercia vicino al bordo inferiore, dietro di lei risplendono i raggi del sole. Vista laterale di un'aquila in volo, la testa rivolta a sinistra, le ali in alto, posta sopra il sole, che ha i raggi verso l'alto a complemento del motivo del dritto. In alto, su due righe, UNITED STATES OF AMERICA e il valore, TWENTY-DOLLARS. Le monete, coniate a Philadelphia, non presentano segno di zecca.
Nel 1907, la spinta riformatrice di Theodore Roosevelt, che considerava le monete del suo paese "di atroce bruttezza", diede il via a un radicale cambiamento della monetazione statunitense che, iniziato quell'anno con le monete d'oro da 10 e 20 dollari, coinvolgerà gradualmente tutti i nominali.

Augustus Saint-Gaudens disegnò la moneta da 20 dollari, che da lui prenderà il nome, ispirandosi a quelle dell'antichità classica, greche in particolare, e alle medaglie del Rinascimento italiano. Il risultato, fu la "Double Eagle Ultra High Relief", dai rilievi talmente pronunciati, simili a quelli di una medaglia, che erano necessari ben sette colpi della pressa idraulica per portarli all'altezza richiesta. Resosi conto che la produzione regolare doveva potersi fare con un singolo colpo di pressa, Saint-Gaudens lavorò a una revisione dei modelli, che portò alla tipologia High Relief, che si rivelò però altrettanto difficile da coniare in quantità sufficienti per la circolazione.

Della moneta Ultra High Relief (UHR) fu coniato un numero limitato di "specimen", la quantità esatta non è conosciuta. Si ritiene comunque che siano da 18 a 22, di cui due sicuramente rifusi per testare la qualità della moneta. Gli esemplari attualmente esistenti, dunque, sarebbero non piú di venti.

Il dritto presenta Miss Liberty protesa in avanti, con una lunga veste drappeggiata, che tiene in mano un ramo d'ulivo e una fiaccola, disegno che Saint-Gaudens riprese dal suo monumento al generale Sherman, eroe della Guerra di Secessione. Al rovescio, un'aquila in volo volta a sinistra, chiaramente ispirata a quelle del dollaro di Christian Gobrecht (1836-1839) e del centesimo di James B. Longacre (1856-1858), aquila, quest'ultima, che Saint-Gaudens considerava la piú bella mai apparsa su una moneta americana. La data è espressa in numeri romani, MCMVII, a rimarcare il collegamento con la monetazione classica.

Negli annali della numismatica americana, la "MCMVII Ultra High Relief" è considerata una "Trophy Coin" per eccellenza, e non manca di suscitare grande interesse ogni qual volta compare in asta. L’esemplare illustrato nel nostro catalogo è considerato da molti la piú bella moneta mai uscita dalla Zecca degli Stati Uniti, ed è stato aggiudicato da Heritage, nel novembre 2005, per 2.990.000 dollari.

Contorno: E PLURIBUS UNUM in rilievo, parole divise da stelle - Un esemplare con contorno liscio
Nominale: 20 Dollari
Materiale: Au 900 Cu 100
Diametro: 34 mm
Peso: 33,436 g
Anni Cod. Zecca Officina Incisore Tiratura Immagini
1907 Ultra High Relief Pattern, MCMVII1  US-2D/4-1Philadelphia- Augustus Saint-gaudens22
1 La tiratura esatta è sconosciuta. Si ritiene siano stati coniati da 18 a 22 esemplari, di cui due sicuramente rifusi per testare la moneta.

Parlano di questa moneta sul forum in: L'aquila di San Gaudenzio.

Powered by NumisWeb 7.7.1    Utenti online in tutti i cataloghi:
Ultimo utente iscritto maumac48, gioved├Č 22 febbraio 2018 alle ore 14:22

Pagina generata in 0.023 secondi, numero di query al DB: 46